Nov 2020

Zug utilizza i parcometri IEM per perseguire la sua strategia di Smart City

 

Dal 2007, la città di Zug utilizza circa ottanta parcometri forniti da diversi produttori per gestire i molteplici parcheggi pubblici della città. Alcuni parcometri sono ormai diventati obsoleti perché non soddisfano più i requisiti tecnici.

Pertanto, nei prossimi mesi e al fine di migliorare la redditività e la gestione dei parcheggi, soddisfacendo al contempo le nuove esigenze dei clienti, i parcometri verranno sostituiti con i terminali PrestoConnect. La società IEM con sede a Ginevra, con una filiale a Rotkreuz, è responsabile della produzione di questi parcometri dal design raffinato. Una trentina di parcometri sono stati sostituiti a settembre 2020 ed il restante verrà installato nei prossimi mesi.

I dispositivi Presto Connect sono parcometri  di ultima generazione  equipaggiati con lettore contactless NFC. Oltre alle monete e alle applicazioni mobili introdotte in precedenza per il pagamento del parcheggio, sono ora disponibili ulteriori metodi di pagamento per app come Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay. Grazie ai parcometri Presto Connect, il numero totale di terminali   è stato ridotto di circa il 30%, consentendo importanti risparmi in termini di acquisizione e gestione del parco macchine. Tutti i parcometri sono collegati in rete, comunicano in tempo reale tramite la rete mobile GSM e funzionano inserendo il numero di targa dell’auto.

Quando i conducenti pagano un importo eccedente il dovuto, questo viene registrato grazie al numero di targa e poi accreditato e disponibile  per la sosta successiva. Inoltre, l’utente può ottenere i propri ticket di parcheggio tramite SMS e visualizzarli sul proprio account utente PrestoPark.

IEM è stata scelta perché era l’unica azienda a offrire parcometri ad energia solare autonomi al 100% e che offrivano una varietà di metodi di pagamento accettando pagamenti contactless con qualsiasi tipo di carta.

 

ipsum consectetur eget id odio justo Aliquam eleifend Lorem Curabitur