Dal 2007, la città di Zug utilizza circa ottanta parcometri forniti da diversi produttori per gestire i molteplici parcheggi pubblici della città. Alcuni parcometri sono ormai diventati obsoleti perché non soddisfano più i requisiti tecnici.

Pertanto, nei prossimi mesi e al fine di migliorare la redditività e la gestione dei parcheggi, soddisfacendo al contempo le nuove esigenze dei clienti, i parcometri verranno sostituiti con i terminali PrestoConnect. La società IEM con sede a Ginevra, con una filiale a Rotkreuz, è responsabile della produzione di questi parcometri dal design raffinato. Una trentina di parcometri sono stati sostituiti a settembre 2020 ed il restante verrà installato nei prossimi mesi.

I dispositivi Presto Connect sono parcometri  di ultima generazione  equipaggiati con lettore contactless NFC. Oltre alle monete e alle applicazioni mobili introdotte in precedenza per il pagamento del parcheggio, sono ora disponibili ulteriori metodi di pagamento per app come Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay. Grazie ai parcometri Presto Connect, il numero totale di terminali   è stato ridotto di circa il 30%, consentendo importanti risparmi in termini di acquisizione e gestione del parco macchine. Tutti i parcometri sono collegati in rete, comunicano in tempo reale tramite la rete mobile GSM e funzionano inserendo il numero di targa dell’auto.

Quando i conducenti pagano un importo eccedente il dovuto, questo viene registrato grazie al numero di targa e poi accreditato e disponibile  per la sosta successiva. Inoltre, l’utente può ottenere i propri ticket di parcheggio tramite SMS e visualizzarli sul proprio account utente PrestoPark.

IEM è stata scelta perché era l’unica azienda a offrire parcometri ad energia solare autonomi al 100% e che offrivano una varietà di metodi di pagamento accettando pagamenti contactless con qualsiasi tipo di carta.

 

 

Anversa, come città portuale belga particolarmente attenta alla sostenibilità, ha attuato una politica più rispettosa dell’ambiente decretando al suo interno una “zona a basse emissioni” (LEZ). Questa zona vieta l’accesso  nel centro cittadino ai veicoli più inquinanti.

IEM, in collaborazione con il gestore del parcheggio Indigo e il distributore belga Krautli, ha equipaggiato la città con 960 parcometri alimentati ad energia solare. Il terminale PrestoInteractif coniuga tecnologia e sostenibilità emettendo ticket di parcheggio e pass nella ZTL di tutto il centro città.

Il numero dei permessi è limitato in quanto il database anagrafico effettua uno scambio di dati con il server, rileva i veicoli non autorizzati nella ZTL, consentendo alla città una migliore gestione e più rispetto della mobilità e dell’ambiente. I controlli vengono effettuati utilizzando telecamere per il rilevamento delle targhe.

IEM ha una vasta esperienza nel campo del parcheggio su strada. Gli innovativi parcometri smart della IEM,  con il loro  design lineare ed  il touch screen a colori hanno conquistato la città. La loro tecnologia li rende autonomi al 100% grazie all’utilizzo dell’energia solare e grazie alle informazioni ed i dati raccolti sono in grado di qualificare gli specifici diritti di ogni veicolo.

 

 

IEM Group Nordic in collaborazione con Telenor, una delle principali società di telecomunicazioni della Scandinavia, offre la possibilità di migliorare l’esperienza di viaggio ai camperisti, utilizzando le più recenti tecnologie Smart City.

Lillesand è una località situata nel sud della Norvegia, ed è dotata di un’area camper equipaggiata con  sensori di rilevamento PrestoSense per ciascuno dei 25 stalli presenti. Questo progetto genera grande curiosità in un paese in cui le aree sia pubbliche che private per camper sono molto popolari e richieste.

Installati da metà maggio, i sensori PrestoSense rilevano la presenza di un veicolo in tempo reale grazie alla doppia tecnologia di rilevamento ed alla nuova rete radio Smart City LoRaWAN ™

In un prima battuta, i sensori forniranno al comune di Lillesand preziose informazioni sull’occupazione dei camper o sui livelli di disponibilità.

I dati raccolti in maniera anonima vengono inseriti nella piattaforma di gestione Presto1000 di IEM che consente il monitoraggio e la comunicazione in tempo reale degli indicatori chiave come il numero di visite, la durata del parcheggio, le rotazioni dei camper ecc. Ciò è particolarmente importante durante il periodo delle vacanze estive in cui i parcheggi si riempiono rapidamente.

Successivamente, questa nuova tecnologia combinata all’APP di parcheggio PrestoPark di IEM consentirà anche ai proprietari di camper di verificare la disponibilità di parcheggio prima o durante un viaggio. Questo aiuterà ad evitare la congestione del traffico e situazioni di  stress, mentre sviluppi futuri prevedono anche di fornire maggiore comodità, consentendo la prenotazione del parcheggio e le opzioni di pagamento tramite la stessa App.

La pandemia Covid-19 ha avuto un notevole impatto sulla nostra vita quotidiana. Il lockdown ha generato molti cambiamenti nelle abitudini dei cittadini, incluso il settore della mobilità urbana.

In diversi zone di Ginevra, durante questo periodo di restrizione, attraverso circa 650 sensori di monitoraggio PrestoSense installati, abbiamo potuto effettuare un’analisi, in modo del tutto anonimo, su come si sono evoluti i comportamenti inerenti il parcheggio su strada.

Lo stato di emergenza e il periodo di semi-confinamento in Svizzera sono stati ufficialmente dichiarati il 16 marzo 2020. Da questo giorno e durante il periodo di semi-confinamento, a Ginevra il controllo del parcheggio dei veicoli è stato sospeso. Il de-confinamento progressivo è iniziato in aprile e l’11 maggio è ufficialmente terminato il blocco.

Sono stati esaminati i seguenti indicatori di parcheggio:

  • Tasso di turnover: n° medio di veicoli che utilizzano lo stesso parcheggio in un determinato periodo.
  • Tasso di occupazione: rapporto tra il numero di veicoli parcheggiati e la capacità di parcheggio.
  • Tempo medio di parcheggio: tempo medio trascorso da ogni veicolo in un parcheggio a pagamento.

Modalità di parcheggio in aree residenziali

Prima del semi-confinamento, l’utilizzo del parcheggio nelle aree residenziali mostrava un livello di occupazione medio dell’82% con picchi durante le ore d’ufficio e un tasso medio di turnover delle auto di 7,2 al giorno. I parcheggi erano disponibili al mattino presto quando i residenti lasciavano le proprie abitazioni per recarsi al lavoro. L’occupazione aumentava la sera al loro rientro.

Occupazione media Rue des Pâquis prima del periodo di confinamento. (tra il 5 gennaio 2020 e il 5 febbraio 2020)

Nella stessa area durante il semi-confinamento abbiamo notato chiaramente un aumento del livello di occupazione dall’84% a un livello quasi costante del 93,4% e una diminuzione dei tassi di turnover delle auto da 7,2 a 3,2 auto al giorno. Questi dati rivelano che un minor numero di residenti stava lasciando la propria abitazione  per recarsi al lavoro, ad esempio l’ufficio. (di colore grigio). Il grafico mostra inoltre, con bar e ristoranti chiusi l’assenza di fluttuazioni di parcheggio serali.

Occupazione media Rue des Pâquis durante il periodo di confinamento. (tra il 1 aprile e il 30 aprile 2020)

Modalità di parcheggio  presso uffici e aree culturali

Precedentemente al  periodo di confinamento è stato rilevato un livello medio di occupazione del 39,3% con picchi durante le ore d’ufficio e serali e un tasso di turnover medio di 5,7 auto per posto auto al giorno. Gli alti tassi di occupazione diminuivano alla fine dei giorni lavorativi e aumentavano rapidamente di nuovo con la movimentazione verso ristoranti, bar e luoghi culturali.

Occupazione media Bd. Du Théâtre tra il 5 gennaio e il 5 febbraio 2020

Nella stessa area durante il semi-confinamento assistiamo a un sostanziale calo dei livelli di occupazione dal 49,3% al 26,6% mentre i tassi di turnover delle auto sono diminuiti da 5,7 a 1,7 per posto auto al giorno. Questi dati hanno rivelato che solo gli impiegati avevano utilizzato parcheggi su strada durante le ore di lavoro con attività di parcheggio vicino al centro nelle ore serali.

Occupazione media Bd. Du Théâtre tra il 1° aprile e il 30 aprile 2020

Evoluzione dei tassi di turnover delle auto

La grafica seguente mostra l’evoluzione dei tassi di turnover dell’auto per parcheggio al giorno in tre diverse aree prima e durante il semi-confinamento.

Come visto sopra, Bd Carl Vogt (grafico rosso) e Rue des Pâquis (grafico blu) sono principalmente aree residenziali con presenza di alcuni bar e ristoranti nelle vicinanze. D’altra parte, Bd du Théâtre (grafico viola) è un’area con presenza di uffici, bar, ristoranti e luoghi culturali.

I tassi di turnover delle auto calano drasticamente con l’introduzione del semi-confinamento a metà maggio. Le attività di parcheggio su strada sono rimaste  su livelli bassi durante il periodo di confinamento prima di riprendersi lentamente a fine aprile.

Evoluzione dei tassi di turnover delle automobili al giorno prima e durante il periodo di semi-confinamento

Evoluzione delle entrate al giorno a Ginevra

Il pagamento del parcheggio è stato sospeso ufficialmente dal 18 marzo al 27 maggio 2020. Quest’ultimo diagramma mostra le entrate cumulative giornaliere durante questo periodo nella città di Ginevra. Anche la fine del periodo di blocco è chiaramente visibile.

Conclusione

Man mano che i parcheggi disponibili nei centri urbani diventano sempre più regolamentati nel tentativo di contenere i livelli di inquinamento e ridurre la congestione del traffico, l’analisi del comportamento dei parcheggi è un passo fondamentale per consapevolizzare le scelte effettuate.

Gli investimenti impiegati in una moderna infrastruttura IoT e Smart City pongono le basi per un processo decisionale basato su dati certi piuttosto che su stime approssimative.

La pandemia Covid-19 e il conseguente semi-confinamento hanno avuto un impatto significativo e misurabile sulle modalità di parcheggio delle persone e sui modelli di mobilità in generale.

Il monitoraggio in tempo reale dei posti di parcheggio attraverso i sensori di rilevamento PrestoSense in sinergia con le statistiche economiche rilevate attraverso i parcometri, consentono ai gestori ed ai referenti dei Comuni di fornire attraverso precise analisi, l’andamento della mobilità e dei parcheggi su strada.

Il gruppo IEM e il suo distributore locale nei Paesi Bassi, IP Parking, hanno installato nella città  di Maastricht 400 nuovi parcometri PrestoInteractif Touchscreen.

Maastricht, durante la sostituzione dei i 400 vecchi parcometri, è stata convinta dall’offerta dei prodotti IEM, per la loro qualità svizzera, per il design moderno e lineare, nonché per l’architettura modulare che rende fruibili i molteplici mezzi di pagamento. Inoltre, il touchscreen della IEM,  di alta qualità e ben leggibile in caso anche di esposizione diretta ai raggi solari,  offre all’utente un’esperienza piacevole ed efficiente.

In stretta collaborazione con Ingenico – uno dei leader mondiali nelle soluzioni di pagamento-    IEM Group ha dimostrato le proprie conoscenze e competenze nel settore dei parcheggi adattandosi allo specifico protocollo bancario olandese C-TAP. Ciò consente al comune di Maastricht di scegliere liberamente la propria banca di riferimento per l’acquiring.

” I vantaggi combinati dall’offerta dei prodotti premium di IEM, la stretta collaborazione con tutti i membri del team e l’approccio personalizzato di IEM ai requisiti specifici di Maastricht e dei Paesi Bassi ci hanno convinto a lavorare con la IEM.” 

– Ben Jurkiewicz, coordinatore del piano sosta , città di Maastricht.

A Ginevra dal 10 ottobre 2019, il parcheggio su strada potrà essere  pagato dagli automobilisti  in modo semplice e rapido utilizzando, tramite il proprio Smartphone,  l’applicazione PrestoPark  sviluppata come integrazione della strategia di digitalizzazione dell’azienda IEM.

L’utente dovrà scegliere una delle cinque applicazioni messe a disposizione dalla Fondation des Parkings. L’APP PrestoPark fa parte di queste applicazioni ma si differenzia  dalle altre poiché è l’unica ad essere sviluppata direttamente dalla IEM che ha fornito ed installato i parcometri e i sensori per le strade di Ginevra.

La funzionalità di PrestoPark semplifica l’esperienza di guida degli automobilisti offrendo un’ampia varietà di servizi digitali. Una volta creato il proprio conto, l’utente dovrà solo inserire l’area di parcheggio (per le strade pubbliche  di Ginevra è la zona 1200) e selezionare la durata di quest’ultima prima di pagare. Solo 3 clic ed è fatto ! Gli automobilisti dopo aver selezionata la durata del parcheggio potranno gestire la loro sosta a distanza. Riceveranno il loro ticket in modo dematerializzato (biglietto virtuale) e avranno la possibilità di trovare lo storico dei loro pagamenti sul loro conto personale PrestoPark.

L’applicazione offre inoltre la possibilità di interrompere anticipatamente il tempo di sosta  inizialmente programmato e pagare così solo il tempo di parcheggio effettivamente utilizzato. Allo stesso modo, sarà possibile prolungare la propria sosta nel caso necessitasse più tempo rispetto a quanto previsto inizialmente dal primo avvio.

PrestoPark nel tempo si arricchirà di nuove funzionalità fornendo, ad esempio,   l’indirizzamento in tempo reale verso gli stalli di parcheggio disponibili nella città di Ginevra. Questo servizio viene realizzato attraverso la sinergia di diversi partner  e grazie allo sviluppo di un algoritmo in grado di calcolare l’occupazione del parcheggio su strada.

 

 

IEM espande le sue attività nella regione nordica con l’apertura di una filiale in Norvegia. IEM Nordic AS si concentrerà sul mercato norvegese per poi espandersi in altri paesi del nord Europa.

“La decisione di aprire una nuova filiale nordica si basa sulla sviluppo commerciale ed economico di questo mercato, che corrisponde alla strategia di crescita del gruppo IEM”, ha dichiarato Phillipe Menoud – Amministratore delegato di IEM SA.

Questa scelta strategica conferma la volontà del Gruppo IEM di offrire al mercato nordico la gamma completa di soluzioni innovative per la gestione smart dei parcheggi e della mobilità urbana. La qualità svizzera è garantita per tutti i prodotti IEM che sono progettati, sviluppati e realizzati presso la sede del Gruppo a Ginevra.

I parcometri smart a energia solare di IEM, i sensori di rilevamento dei veicoli basati su LoRaWAN e le soluzioni di pagamento mobili consentono alle città ed ai gestori di parcheggio di risolvere i loro problemi di parcheggio attuali e futuri, mantenendo l’esperienza di parcheggio il più semplice e conveniente possibile per l’automobilista.

Troverai maggiori informazioni sul nostro sito Web con una versione dedicata al nostro mercato norvegese su: https://www.iemgroup.com/nb/

La città costiera di Makassar – una delle più grandi città dell’Indonesia orientale – ha intrapreso la via per una nuova era lanciando la sua prima moderna infrastruttura di parcheggio su strada con l’ultima generazione di parcometri alimentati ad energia solare del Gruppo IEM, Ginevra.

Funzionante interamente con carte di pagamento contact-less, senza necessità di contatti, questa prima installazione di parcometri è stata eseguita dall’operatore di parcheggio locale e dal partner IEM Kinarya Terbaik Indonesia (KTI) con il chiaro obiettivo, di sostituire il vecchio Sistema di pagamento con monete e migliorare sostanzialmente la trasparenza delle operazioni di pagamento per il Consiglio comunale.

Con un tempo medio di transazione dei pagamenti inferiore ai 15 secondi, il Sistema cashless dei parcometri PrestoEuropa IEM offre un’opzione di pagamento rapida e conveniente per quasi 2 milioni di cittadini di Makassar tramite l’utilizzo delle carte prepagate locali.

Inoltre, grazie alla piattaforma di controllo Presto1000, basata sul cloud IEM, tutte le operazioni di parcheggio possono ora essere gestite centralmente e le entrate derivanti dalle transazioni di parcheggio monitorate e rintracciate in modo molto chiaro.

Foto : Uno dei nuovi terminali di parcheggio PrestoEuropa IEM, senza contanti, che consente, in modalità “tap-and-go”, operazioni di parcheggio rapidissime a Makassar.

Facendo seguito all’apertura della filiale Asiatica, IEM inaugura il suo ufficio di rappresentanza in Italia, rafforzando la presenza del gruppo nell’area Mediterranea.

Con la sua nuova sede di Genova, le operazioni in ambito italiano saranno gestite direttamente da Alessandro Lombardi che vanta 15 anni di esperienza nell’industria e settore dei parcheggi.

“Questa decisione fa parte della strategia di crescita del gruppo e consentirà all’IEM di essere più vicina alla clientela italiana e alle sue esigenze più di quanto sia possibile farlo dalla sede centrale di Ginevra” – ha affermato Thorsten Helmich – Direttore Internazionale Sviluppo Business presso IEM

Inoltre, i canali di distribuzione IEM in Italia saranno integrati da Parkit, distributore partner di lunga data, che continuerà a offrire le soluzioni di parcheggio IEM, garantendo la sua assistenza alla propria clientela.

Con la sua ampia gamma di soluzioni per il parcheggio su strada, che va dal parcometro ad alimentazione solare, al sensore di rilevamento del veicolo basato su comunicazione LoRaWAN, al pagamento da Smartphone alla soluzione per il controllo della sosta, IEM è ben posizionata per poter supportare i Comuni e le Amministrazioni, così come gli operatori di parcheggio, nell’affrontare al meglio le sfide nel settore parcheggi, oggi e nel prossimo futuro.

Dietro le quinte: nel suo programma “Le Monde de Demain” il canale televisivo svizzero Léman Bleu presenta l’azienda IEM di Ginevra.

Questa PMI è oggi all’avanguardia nello sviluppo di nuove tecnologie e nella città di Ginevra, svolge un ruolo chiave nella gestione smart della sosta su strada. Il suo know-how nel campo dell’innovazione tecnologica e la sua capacità di adattarsi ai diversi mercati posizionano IEM come azienda leader a livello mondiale per le soluzioni di parcheggio smart.

La digitalizzazione sta modificando le abitudini della popolazione, come nel caso dei sensori IEM “PrestoSense” che consentono all’utente, tramite la rilevazione e trasmissione di informazioni, di individuare parcheggi liberi  e stazioni di ricarica elettrica disponibili nel centro della città.

In collaborazione con ABB Group, IEM semplifica l’accesso ai centri urbani, fornendo in tempo reale informazioni su posizione, pagamento e controllo.